Arazzi Contemporanei
Superstudio
Opere 1966-1978

ISBN: 9788874628131,

2016,

pp. 668,

167x240 mm,

hardcover,

colour,

Quodlibet

€ 80 
Download
Questo volume è il "meridiano" del Superstudio. Raccoglie per la prima volta tutte le opere, i testi e i progetti, del più celebre gruppo di "architettura radicale", secondo la definizione canonica di Germano Celant. Dopo cinquant'anni in cui alle rimozioni storiografiche si sono alternati continui revival sia in ambito nazionale che internazionale, il libro fa il bilancio di questa eccezionale esperienza collettiva dell'architettura del Novecento. Oggi i disegni, i modelli, i celebri fotomontaggi, le lampade, i tavoli e gli altri oggetti di design creati dal Superstudio sono esposti in molti musei del mondo, fra cui il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi, il Frac di Orléans, il Centro per l'arte contemporanea Pecci di Prato e il MAXXI di Roma. Non deve quindi meravigliare che il Superstudio sia un classico, come è nel destino di tutte le avanguardie che una volta storicizzate e musealizzate non riflettono più solo istanze rivoluzionarie, ma costituiscono un nuovo orizzonte di valori condivisi, molto meno astratti e atemporali, che travalicano i confini specialistici per diventare modelli estetici tout court. Tutti i progetti del Superstudio, dai più noti Il Monumento Continuo e Le dodici Città Ideali a quelli più estremi generati dal ciclo della Cultura materiale extra-urbana, sono qui generosamente illustrati da un'enorme mole di disegni e documenti inediti, frutto di un lungo e accurato lavoro di ricostruzione archivistica.
Questo volume è il "meridiano" del Superstudio. Raccoglie per la prima volta tutte le opere, i testi e i progetti, del più celebre gruppo di "architettura radicale", secondo la definizione canonica di Germano Celant. Dopo cinquant'anni in cui alle rimozioni storiografiche si sono alternati continui revival sia in ambito nazionale che internazionale, il libro fa il bilancio di questa eccezionale esperienza collettiva dell'architettura del Novecento. Oggi i disegni, i modelli, i celebri fotomontaggi, le lampade, i tavoli e gli altri oggetti di design creati dal Superstudio sono esposti in molti musei del mondo, fra cui il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi, il Frac di Orléans, il Centro per l'arte contemporanea Pecci di Prato e il MAXXI di Roma. Non deve quindi meravigliare che il Superstudio sia un classico, come è nel destino di tutte le avanguardie che una volta storicizzate e musealizzate non riflettono più solo istanze rivoluzionarie, ma costituiscono un nuovo orizzonte di valori condivisi, molto meno astratti e atemporali, che travalicano i confini specialistici per diventare modelli estetici tout court. Tutti i progetti del Superstudio, dai più noti Il Monumento Continuo e Le dodici Città Ideali a quelli più estremi generati dal ciclo della Cultura materiale extra-urbana, sono qui generosamente illustrati da un'enorme mole di disegni e documenti inediti, frutto di un lungo e accurato lavoro di ricostruzione archivistica.

ISBN: 9788874628131,

2016,

pp. 668,

167x240 mm,

hardcover,

colour,

Quodlibet

You may also like.
Cascata/Griglia Morbida – Tribute to Cristiano Toraldo di Francia
€ 6.000 
Istogramma
€ 15.000 
Explore our artist book selection
You may also like
Other publications you may like
L’Africa fantasma
Michel Leiris
€ 34 
Junkspace
Rem Koolhaas
€ 13,50 
Lezioni di fotografia
Luigi Ghirri
€ 22 
VERA
Concept di Damiana Leoni
€ 42 
Il falso è l’autentico
Lucius Burckhardt
€ 28 
Varie-età. Remo Buti
Giovanni Bartolozzi, Pino Brugellis, Matteo Zambelli
€ 34 
My Horrible Wonderful Clients
Michele De Lucchi
€ 22 
L'ordine complicato
Yona Friedman
€ 16 
Ri-vestire
Cristiano Toraldo di Francia
€ 24 
La vita segreta del Monumento Continuo
Superstudio, Gabriele Mastrigli
€ 17 
Discover more about the artist
About the author

Superstudio nasce a Firenze nel dicembre 1966, in occasione della mostra Superachitettura presso la Galleria d’arte Jolly 2 a Pistoia. I membri del gruppo erano Adolfo Natalini, Cristiano Toraldo di Francia, Roberto Magris, Piero Frassinelli e Alessandro Magris; Alessandro Poli è stato associato allo studio dal 1970 al 1972. Tra gli iniziatori della cosiddetta “architettura radicale”, Superstudio ha svolto una ricerca paziente sugli oggetti, gli ambienti, il design industriale e l’architettura. Il lavoro critico del Superstudio si è svolto attraverso progetti teorici come gli Istogrammi d’architettura, il Monumento Continuo e Le dodici Città Ideali, esponendo in mostre in Italia e all’estero, tenendo corsi e conferenze, pubblicando articoli, saggi e una propria serie di stampati - fra i più imitati della storia dell'architettura contemporanea.

SuperDesign charts the Italian Radicals’ bold experimentation in modern design from its birth through its continued influence on design today.Radical Design was launched by art, architecture, and design students in Italy in the mid-1960s.
See more

Cristiano Toraldo di Francia founded Superstudio in Florence in 1966: the experience will come to mark recent history’s poetics, aesthetics and conceptualizations of architecture and design with works, objects and products that have been the protagonists of some of the most important collections in the world...

See moreSee all artists

Architect, designer and conceptor

Born in Tokyo in 1950. Graduated from Fine Art, Nihon University College of Art.

Mr. Ara went to Italy in 1976 and participated in a number of projects involving refining architecture and others as a staff member of Architecture Design Studio Pietro Frenguelli (Perugia). In 1979, he joined Superstudio and worked with Arch. Cristiano Toraldo di Francia. He won a prize at the 16th Triennale Milano in 1981.

See moreSee all artists
Prev
We use cookies to ensure you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are ok with it. learn more here.